CLAFC, APPROVATA LA CASSA INTEGRAZIONE


img-news

L’attesa è stata lunga, ma la situazione era complessa. Alla fine, però, nel difficile quadro che ha avvolto la cooperativa Clafc di San Piero in Bagno, è arrivata una buona notizia per i lavoratori dell’impresa: potranno godere del sostegno della Cassa integrazione straordinaria.

In questi mesi ho seguito da vicino la vicenda. La crisi della cooperativa – per anni punto di riferimento per le manutenzioni forestali, stradali e l’edilizia – ha toccato decine di famiglie dell’Alta Valle del Savio. Ritrovarsi senza un reddito, e con poche alternative sul territorio, non è una situazione facile. Ora, però, almeno c’è il sostegno della Cigs, arrivata dopo un’attesa di sette mesi.

Avevo incontrato una delegazione dei lavoratori Clafc il 20 maggio scorso e da allora avevo preso a cuore la loro difficile situazione e mi ero subito attivata a Roma presso il Ministero del Lavoro, informandone e coinvolgendo direttamente il Ministro Giuliano Poletti, incontrato in occasione della sua visita a Cesena il 6 giugno scorso. La problematica era legata ad una interpretazione legislativa e riguardava anche altre imprese, ma alla fine si è risolta positivamente con la firma il 2 agosto scorso del Decreto di concessione che consentirà ai lavoratori una maggiore serenità. Sono contenta di aver contribuito al raggiungimento di questo risultato e l’auspicio è che, sul territorio, possano nascere nuove occasioni di buona occupazione.

(05/08/2016)