INDUSTRIA 4.0, ECCO PERCHE’ IL PIANO E’ STRATEGICO


img-news

Questa sera sarò a San Piero in Bagno per parlare di innovazione tecnologica e Industria 4.0. L’appuntamento è alle 20,45 a Palazzo Pesarini e con me ci sarà Lorenzo Ciapetti, direttore del Centro Antares dell’Università di Bologna.

Il Piano nazionale Industria 4.0 può essere una svolta per tante imprese e uno stimolo per nuove startup. Il programma può sicuramente supportare le piccole e medie imprese del nostro Paese in un percorso di innovazione e di crescita. E proprio di questo hanno estremamente bisogno le nostre Pmi – spina dorsale del sistema economico italiano – per essere competitive a livello globale.

Tra gli obiettivi dell’Industria 4.0 – frutto del lavoro congiunto di sei Ministeri con il coinvolgimento di imprese, sindacati e università – c’è quello di ottenere una migliore qualità dei prodotti ed una maggiore produttività; c’è poi quello della flessibilità, con la possibilità di produrre piccoli lotti ai costi delle produzioni su ampia scala. E tutto ciò potrà andare a beneficio delle nostre Pmi, anche delle realtà artigianali.

Al centro del Piano ci sono stampa 3D, progettazione via web, big data, sistemi che permettono a realtà lontane di poter lavorare su progetti comuni. Sono elementi che possono dare forza alle piccole imprese e rafforzare il nostro settore manifatturiero che, ricordiamolo, in Europa è secondo solo a quello tedesco. Se non investiamo in innovazione c’è il rischio di perdere posti di lavoro: chi in questi anni ha resistito alla crisi e si è affermato sui mercati internazionali aumentando produzione, export e occupati, lo ha fatto perché è stato innovativo.

Dell’Industria 4.0 mi piace anche l’aspetto che coniuga il mondo del lavoro con quello della formazione, con il coinvolgimento di studenti, dottorati di ricerca e manager. Il Piano può garantire sviluppo e nuova occupazione, alimentando importanti investimenti privati (24 miliardi) accompagnati da un impegno pubblico di circa 13 miliardi nel periodo 2017-2020.

(23/06/2017)