NUOVI FINANZIAMENTI PER LE SCUOLE CESENATI


img-news

Un’edilizia scolastica più funzionale e sicura grazie ai finanziamenti del Ministero della Pubblica istruzione recentemente ripartiti dalla Regione Emilia-Romagna: 110 milioni di euro a livello regionale di cui 17,5 ricadranno nella provincia di Forlì-Cesena.

Si tratta di un altro importante tassello del grande impegno dispiegato in questi anni sul versante educativo e dell’istruzione scolastica, sono finanziamenti che si aggiungono a quelli rilevanti già stanziati per l’istruzione superiore nella nostra provincia e che alimenteranno nuovi e importanti investimenti sul nostro territorio. Sono finanziamenti che ancora una volta rimarcano la svolta che il governo, guidato dal Pd, ha voluto imprimere sul mondo della scuola, per migliorare gli spazi dedicati ai nostri bambini e ragazzi, rendendoli sicuri e anche più gradevoli.

Parliamo di nuove scuole dell’infanzia ed elementari, nuove strutture che per le comunità locali rappresentano servizi di primaria importanza. Grazie a questi finanziamenti ministeriali si potenzierà in modo notevole il nostro sistema di educazione nella fascia di età tra zero e sei anni e nelle scuole primarie, cioè quegli spazi educativi dove i nostri bambini trascorrono i primi e più significativi momenti formativi e le prime esperienze di comunità. E’ quindi fondamentale avere questi luoghi funzionali, moderni e sicuri. A tal proposito molti interventi riguardano l’adeguamento sismico, mentre le nuove realizzazioni rappresentano una grande opportunità per i territori coinvolti, penso al finanziamento di 500mila euro per la nuova scuola dell’infanzia di Montiano o i 4,2 milioni per le nuove elementari di Cesenatico: interventi attesi che finalmente potranno trovare compimento. Sono quindi molto soddisfatta, perché questi finanziamenti stanziati dal Ministero della pubblica istruzione sono stati destinati in modo così rilevante ai nostri Comuni sono una risposta concreta alle domande dei sindaci che tanto si sono adoperati per elaborare e proporre le esigenze prioritarie dei propri territori.

GLI INTERVENTI FINANZIATI

Nel Comune di Roncofreddo per la messa in sicurezza, l’adeguamento sismico e l’efficientamento energetico della scuola primaria Mariani e della secondaria Comandini andranno 308mila euro; per gli stessi interventi al Comune di Gatteo andranno 850mila euro per la scuola primaria Moretti e per la scuola d’infanzia Girasole. A Montiano la nuova costruzione della scuola dell’infanzia Le Colline beneficerà di 500mila euro su un importo dell’intervento di 1,2 milioni. A Mercato Saraceno, invece, la messa in sicurezza, l’adeguamento sismico, il ripristino e il mantenimento delle funzionalità dell’edificio scolastico e della palestra della scuola primaria Ricchi beneficerà di un finanziamento ministeriale di 688mila euro. Importante finanziamento anche per il Comune di Cesena, dove per l’adeguamento sismico e l’efficientamento energetico della primaria Munari saranno dedicati 1,25 milioni. A Cesenatico la nuova costruzione della scuola elementare di viale Torino avrà un finanziamento di 4,82 milioni, mentre a San Mauro Pascoli l’adeguamento sismico dell’elementare Montessori avrà 185mila euro di finanziamento. A Borghi, invece, l’ampliamento, la messa in sicurezza, l’adeguamento sismico e l’efficientamento energetico della scuola dell’infanzia godrà di 600mila euro di finanziamento.

Nel Comune di Cesena saranno poi finanziati interventi di manutenzione straordinaria nella Secondaria Pascoli (190mila euro) e nella scuola primaria Oltre Savio (110mila). A Sarsina nella secondaria Plauto di Ranchio (53mila) e nella scuola dell’infanzia Giovanni Paolo II (50mila), mentre interventi strutturali riguarderanno la secondaria Plauto (70mila) e la primaria e dell’infanzia Papa Giovanni XXIII di Ranchio (60mila). A Savignano interventi strutturali per 800mila euro alla scuola secondaria Giulio Cesare.

Ci sono poi interventi finanziati dal nuovo mutuo della Banca europea degli investimenti (15,4 milioni a livello regionali) che per il cesenate riguardano il Comune di Bagno di Romagna, in particolare la scuola secondaria I° grado “Valgimigli” e la sede distaccata del Liceo Righi: 560mila euro saranno dedicati alla messa in sicurezza, all’adeguamento sismico e al mantenimento della funzionalità della palestra scolastica a cui si aggiunge anche l’efficientamento energetico e il miglioramento funzionale.