NUOVO OSPEDALE DI CESENA, RAGIONARE SEMPRE IN OTTICA DI AREA VASTA


img-news

La disponibilità dell’Ausl della Romagna, nel segnalare l’area di proprietà a Villachiaviche come soluzione per costruire il nuovo ospedale di Cesena (clicca qui per leggere la notizia), va nella giusta direzione.
Il nuovo ospedale di Cesena deve essere l’ospedale di Romagna, così come lo è adesso, così come lo sono gli ospedali di Forlì, Ravenna, Rimini. Questa è l’idea di Area Vasta che deve passare: ogni ospedale del territorio romagnolo deve essere al servizio di tutti i cittadini e cittadine della Romagna. Ovviamente con la necessaria integrazione e complementarietà tra specializzazioni e eccellenze.

La prospettiva di un nuovo ospedale a Cesena, però, non deve far calare l’attenzione sul Bufalini. In attesa di avere il nuovo presidio sanitario non ci si può certo fermare sul fronte dell’offerta sanitaria e tecnologica, come qualcuno vuol far passare: tutti gli interventi per mantenere il Bufalini efficiente e all’avanguardia debbono essere implementati. Lo sforzo che va fatto, davanti a un tema così sentito dalla cittadinanza come la sanità è di ragionare sempre in ottica di Area Vasta Romagna: solo così le scelte fatte faranno crescere in modo organico il livello dei servizi nel nostro territorio.

(28/09/2016)