SALUTE PSICOFISICA DEI MINORI, AVVIATA L’INDAGINE CONOSCITIVA


img-news

In Parlamento è iniziata un’importante indagine conoscitiva sulla tutela della salute psicofisica dei minori, promossa dalla Commissione bicamerale infanzia e adolescenza, di cui faccio parte.

L’indagine focalizzerà l’attenzione su tutta una serie di problematiche, in particolare su tutte le situazioni di grave rischio per una sana crescita psicofisica, come quelle legate al disagio mentale, al corretto sviluppo della sfera fisica e sessuale, alle malattie alimentari, alla ludopatia.

Secondo i dati del Ministero della Salute sembrerebbe che la metà delle patologie psichiatriche dell’adulto inizino prima dei 14 anni di età. Anche per questo si è deciso di avviare questa indagine conoscitiva: in Italia gli adolescenti in condizioni di disagio psicologico rappresentano il 7-8% della popolazione giovanile.

Questo scenario richiede misure preventive, che verranno valutate durante l’indagine conoscitiva, anche perché questi disturbi in alcuni casi possono essere legati all’abuso di alcol e sostanze stupefacenti.

Ho chiesto e ottenuto di allargare i lavori della Commissione anche ai disturbi alimentari che colpiscono bambini e adolescenti. Perché anoressia e bulimia, per esempio, sono spesso causate da disagi esistenziali tipici dell’adolescenza. Ma si analizzeranno anche tutti i casi di alimentazione errata, quelle situazioni che portano i giovani verso l’obesità o, dall’altra parte, alla malnutrizione.

L’obiettivo è quello di individuare politiche mirate per promuovere il benessere psicofisico dei minori, approdando ad interventi che possano contrastare questi i disturbi e che possano andare nella direzione di una sana crescita dei giovani, aiutando a superare i disagi mentali, promuovendo un corretto sviluppo della sfera fisica e sessuale, contrastando le malattie alimentari e anche la ludopatia, un fenomeno purtroppo emergente nel nostro Paese e che colpisce anche le fasce più giovani della popolazione.

(29/09/2016)