VIOLENZA SULLE DONNE, RISORSE PER I PROGETTI NELLE SCUOLE


img-news

Risorse per finanziare progetti scolastici che possano avvicinare gli studenti ai temi legati alla prevenzione e al contrasto della violenza sessuale e di genere. Sul piatto il Dipartimento per le Pari opportunità ha messo 5 milioni di euro e confido che anche le scuole del Cesenate si attivino per organizzare percorsi di sensibilizzazione su questo tema così importante e così d’attualità. Ho scritto una lettera a tutti i dirigenti scolastici del Cesenate per segnalare l’avviso pubblicato dal Dipartimento per le Pari opportunità.

Ogni progetto potrà ottenere un finanziamento di 150mila euro e per partecipare c’è tempo fino al prossimo 5 dicembre. Fra gli obiettivi del Bando c’è anche quello di sensibilizzare ed educare le nuove generazioni per prevenire fenomeni di violenza, aggressività, bullismo e cyberbullismo. Credo che sia importantissimo partire dalle scuole, dai nostri ragazzi, dai nostri uomini di domani per fare prevenzione e formazione, per introdurre una cultura del rispetto che purtroppo nel nostro Paese ancora manca.

I numeri, infatti, parlano di oltre 70 casi di femminicidio nei primi otto mesi dell’anno. Il Parlamento ha approvato nel 2013 le norme per contrastare il fenomeno, ma la legge non basta: l’intervento più importante è a livello culturale, ecco perché insisto sull’importanza di agire già nelle scuole. Occorre affermare una cultura del rispetto alla parità di genere, e per farlo è fondamentale il ruolo della scuola che può intervenire con iniziative e progetti di sensibilizzazione. A livello parlamentare e governativo stiamo lavorando assiduamente su questo tema: presso la Commissione pari opportunità è stata istituita una cabina di regia interministeriale per l’attuazione delle azioni previste dal Piano straordinario contro la violenza di genere. Questo programma prevede, per il prossimo biennio, lo stanziamento di 19 milioni destinati al potenziamento dei centri antiviolenza e dei servizi di assistenza alle donne vittime di violenza. Si sta poi lavorando a un nuovo Piano antiviolenza, con il coinvolgimento delle associazioni e dei centri; un Piano che possa aumentare le tutele e il supporto nei confronti delle donne vittime di violenza, per esempio dando la possibilità di ricevere al Pronto soccorso, oltre all’assistenza medica, anche un sostegno psicologico.

(24/11/2016)